Privacy Policy

Category Archives: Esposizioni

2016 – expo – PareTe – Rituale di Linguaggi

[EXPO] 20161207 | PareTe – Rituale di Linguaggi di Giordano & Maurizio Pini

Ecco come è nata e si è sviluppata l’esposizione al CAB – Centro per l’Arte Contemporanea di Monsummano Terme.
Al CAB è iniziato tutto con una grande opera diretta su muro di Massimo Biagi Miradario estesa appunto su una grande parete ad onda, questa opera fa un po’ da “padrona di casa” ed ha aperto le porte del Centro a sempre nuovi appuntamenti con l’Arte Contemporanea, occasioni per poter essere vista e vissuta… occasioni per confrontarsi con nuovi Artisti e relative esposizioni che si sono susseguite (la nostra è stata la prima dopo quella inaugurale di Massimo Biagi).
Per far dialogare il nostro lavoro e riallacciarsi all’opera di Miradario, Io e Giordano abbiamo giocato sulla parola PareTe

PareTe | Tutto ciò che rappresentiamo ci rappresenta, se non direttamente, rappresenta il nostro modo di interpretare…

Una parete può essere scalata, dipinta, aggirata, forata, ammirata, può farci sognare il mondo da cui ci separa… È una metafora infinita.

Come può essere una fonte di spiritualità e di Credo ancestrale.

Le mie immagini sono frutto di un esperienza artistica con Giordano (dal 1995 circa) e con Massimo (dal 2009); con mio fratello è iniziato tutto, con le fotografie alle sue opere, poi sono entrato a far parte dell’Associazione di promozione artistica Gruppo Progetto Karibu con la quale siamo stati gli organizzatori di diverse esposizioni e attività culturali, e parallelamente, sempre insieme a mio fratello abbiamo portato avanti la nostra ricerca artistica sfociata in diverse esposizioni fra cui quella a Firenze agli Uffizi nel 2012.
Questa volta ho presento delle immagini che prendono spunto sia dalla Natura/Onirica che dall’esperienze di reportage, sezionandole, analizzandole, rivelando alcune analogie con l’arte graficista e contemporanea, soprattutto quella di Massimo e di Giordano. Un mio approccio eclettico con delle sfumature marcate verso l’astrazione e l’Arte Contemporanea.
La fotografia come mezzo per riportare “la realtà”… le virgolette sono d’obbligo perché ritengo che essa si compie nell’istante e non può essere rappresentata, ma vissuta… ed ognuno ha la sua personale realtà.
La fotografia si può utilizzare come mezzo espressivo, come base per creare cose nuove, opere in divenire plasmate dalla propria creatività.
L’inizio della serata è stato sancito con la proiezione del mio video RISVEGLI creato per l’esposizione omonima alla Galleria Vannucci Arte Moderna e Contemporanea di Pistoia nel 2013.
Al termine Anna Brancolini critica d’arte e padrona di casa, ha informato le persone presenti delle attività passate e future del CAB ;
Successivamente la parola è passata a Diana Toccafondi – Responsabile Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, che ha introdotto il nostro lavoro con un bellissimo intervento sulla ricerca dell’essenza, dello scavare nella memoria ancestrale, dell’andare a indagare in noi stessi per trovare quelle forme e quelle immagini che già abbiamo dentro… “dentro te – appunto Pare-Te”. Questa ricerca porta a nuovi sistemi comunicativi, a nuovi linguaggi, a forme simboliche che danno la totalità dell’esperienza.
Questa mio lavoro di ricerca, di Passione… il mio personale modo di esprimermi… il mio FotoLinguaggio, è sintetizzato in un secondo filmato che raccoglieva alcuni miei scatti dell’interpretazione, elaborazione e sperimentazione delle opere di Giordano e di Massimo, con inserimento di alcuni scatti, estratti da altri miei lavori, ma che mantenevano la solita grammatica visiva usata per questa esposizione, il forte richiamo alla spiritualità dei luoghi, i riti che l’essere umano compie per richiamare questa sacralità, linguaggi visivi ed espressivi per evocare, comunicare o dividere, in un Teatro senza Tempo e senza Fine, con Attori e Spettatori che continuamente si scambiano di ruolo, il primo plasma il secondo che a sua volta rigenera il primo… l’uno eretto a Icona dell’altro… PareTe.

VIDEO > https://www.youtube.com/watch?v=eSM1F5gkioo&t=180s

 

Siliano Simoncini – Curatore e critico d’Arte ha analizzato più nello specifico le nostre opere e l’operato di Massimo, mettendo in luce il connubio di linguaggi espressivi che vive effettivamente fra di noi.
Mio fratello Giordano ha esposto, e fatto indossare, dei gioielli ispirati al senso di PareTe, sulla falsa riga della percezione dell’essere e dell’apparire, di essere esclusi dalle luci della ribalta e di essere noi stessi fonte di luce (su questo gioco ha realizzato anche delle sculture-lampade come oggetti di design che scomponendosi diventano monili).

 

Come ultimo intervento, Massimo Biagi e Debora Di Bella – artista / scrittore / scultore il primo e attrice / artista la seconda – ci hanno regalato 4 pezzi tratti dal libro d’Artista Miradario. Come prima lettura è proprio dalla prima pagina dell’ultimo libro “Il Canto” arrivato alla pagina 7530 la sera dell’esposizione, poi altri tre scritti dedicati a Giordano, Maurizio e Anna.

Termino questo reportage della bella serata con i ringraziamenti a Diana Toccafondi per essere stata curiosa e così disponibile da aver accettato di essere nostra portavoce e guida spirituale nello sconfinato mondo della Memoria; a Siliano Simoncini per la sua attenta analisi critica verso il nostro operato e fonte di reciproca stima ed amicizia; agli altri componenti di questo “dialogo fra linguaggi diversi” Massimo Biagi, Debora di Bella, Anna Brancolini, ed a mio fratello Giordano Pini (grazie a lui ho iniziato a fotografare e vedere “oltre”); per la loro vita dedicata all’Arte, potente cavallo motore che accende negli altri il moto della Passione, del mettersi sempre in gioco, di insinuare nella nostra recondita mente il seme della riflessione profonda.
Un GRAZIE speciale va a tutte le persone che si sono lasciate conquistare da questa Passione, e hanno partecipato numerosi alla serata, dove l’Arte e la Cultura sono state il forte legame che ci ha abbracciati e accomunati gli uni agli altri in un Rituale di Linguaggi.

 

Maurizio Pini ©www.mauriiopini.com

…Segui, Esplora; Condividi! > MIXINART .. Follow, Explore; Share! ph: ©www.mauriziopini.com |
#mauriziopini #mixinart #fotografia #giordanopini #sculturedaindossare#massimobiagi #miradario #cab #PareTe #RitualeDiLinguaggi Giordano PiniGiordano Pini Sculture da Indossare Diana Toccafondi #memoria

2005 – expo – Particolari Comuni – 140 anni di ferrovia Porrettana

 

Particolari Comuni – 140 anni del tratto ferroviario La Porrettana

24 Aprile – 31 maggio 2005

Prefazione

Mostra fotografica sui 140 anni della linea ferroviaria “Porrettana” rappresentata attraverso alcuni “particolari” di situazioni e luoghi molto “comuni” alla mia famiglia alle persone anziane e non dei miei luoghi ed infine a me. . . un novizio della fotografia che vuol rendere omaggio a questo “pezzo di storia e di vita” che è La Porrettana.

Ho cercato in alcuni casi di buttare un particolare “occhio” all’abbandono di alcuni luoghi ed edifici, per sperare che un infinitesimo pensiero, faccia capolino nella mente dei visitatori per poterli un po’ destare e chissà. . . magari li sproni a rivisitare questa vecchia e cara strada ferrata che tanto, nel secolo scorso, ha fatto parlare di se.

Le foto sono state realizzate con la compatta nikon coolpix 4500 (dpreview.com – nikon coolpix 4500 review:)

Titoli Opere con descrizione:

001:.Locandina:

002:.6602_Simbolo: Rotaia conficcata nel terreno vicino all’imbocco della galleria dell’Appennino lato S.Mommè

003:.9951_Piazza: Veduta dall’alto della piazza V.Veneto con l’imponente viadotto di Piteccio

004:.0256_SvolteMistiche: Passaggio a livello e ponte delle Svolte

005:.6608_TrenoInGalleria: Treno all’imbocco della galleria dell’Appennino lato S.Mommè

006:.9800_Addio Jack: Stazione di Castagno

007:.6585_ProspettivaArcobaleno: Inizio del viadotto di S.Mommè

008:.0248_SvoltePOP: Casello delle Svolte

009:.6788_PassaggioNotturno: Passaggio della strada sotto il ponte di S.Mommè

010:.6788_PassaggioDiurno: Passaggio della strada sotto il ponte di S.Mommè

011:.6575_PericoloDiMorte: Avvertimento attaccato sui pali che sostengono i fili elettrici

012:.9656_GrazziniPOP: Viadotto del Grazini in località S.Felice

013:.1848_ArrivailTreno: Campanello che suona all’imminente arrivo di un treno alla stazione di Valdibrana

014:.9786_VieDiFuga: Gioco prospettico dell’imboccatura di una piccola galleria alla stazione di Castagno

015:.9835_CastagnoBelleEpoque: Panchina con cartello “Castagno Stazione Climatica” alla stazione di Castagno

016:.6649_Abbandono: Esterno della stazione di Pistoia

017:.6594_Elmetto: Imbocco della galleria dell’Appennino lato S.Mommè

018:.6584_CancelloDiStazione: Cancello di accesso alla stazione di S.Mommè

019:.6636_Specchio: Specchio parabolico posto sotto il basso passaggio del ponte di S.Mommè

020:.6596_ChiusoFuori: Vecchia stazione vicino all’imbocco della galleria dell’Appennino

021:.6587_Rotaia

022:.6612_LittorinaBlu: Transito di un treno sul viadotto di S.Mommè

023:.6624_ParticolariAMattoni: Particolare della rifinitura degli angoli dei piloni del viadotto di S.Mommè

024:.8263_ZoomRotaie: Scambio per binario di salvamento (quasi totalmente smantellato) alla stazione di Valdibrana

025:.9898_Apparizione: Transito di un treno alla stazione di Castagno

026:.9797_AddioJackBN: Stazione di Castagno

027:.9933_SoloAspettare: Entrata della piccola Sala D’Aspetto della stazione di Castagno

028:.5191_FuoriDalTunnel: Uscita di un treno dalla galleria alle Svolte

029:.6704_Intrecci: Cavi elettrici alla stazione di Pracchia lato Stabilimento “Acqua Silva”

030:.6735_Torre: Pozzo d’areazione n° 0 (lato Pracchia) della galleria dell’Appennino

031:.6689_Matisa: Parte di un convoglio ferroviario da lavoro chiamato “MATISA”

032:.9727_Cornice: Viadotto del Grazini (località S.Felice)

033:.8642_Solitudine: Stazione di Corbezzi

034:.2111_SulLivelloDelMare: Pannello informativo posto su un muro esterno della stazione di Piteccio

035:.2289_Orario: Orologio posto in prossimità dei binari alla stazione di Piteccio

036:.0260_GuardareAvanti: Casello delle Svolte

037:.2359_Offerta:

038:.0267_220ViaBolognese: Casello delle Svolte

039:.6738_TorreTriste: Pozzo d’areazione n° 0 (lato Pracchia) della galleria dell’Appennino

040:.6731_FAP: Rimessa della Ferrovia Alto Pistoiese

041:.6709_FontanaPracchia: Fontana posta in prossimità della stazione di Pracchia

042:.6729_ParticolariAltoParlanti: Altoparlanti alla stazione di Pracchia

 

 

LINK INTERNI con immagini